SOCIAL MEDIA MARKETING

Internet è ormai da diversi anni uno dei più potenti mezzi di comunicazione di massa in quanto strumento democratico, gratuito e straripante di contenuti. Entra nelle case, negli uffici, sui telefonini di tutti e in modo immediato e diretto. L’era del web 2.0 ha visto l’avvento dei social media,evento che ha letteralmente capovolto il modo di intendere internet da parte degli utenti, aumentando incredibilmente le sue potenzialità.

Coinvolgimento e interazione, sono i due must della fruizione web.

Attualmente i social network contano milioni di utenti che passano gran parte del loro tempo di navigazione interagendo sulle loro piattaforme. Basti pensare che in Italia, il 31% del tempo viene passato sui social media. Ragion per cui tali mezzi sono di estrema utilità per una realtà aziendale che mira a comunicare il proprio brand, prodotto o progetto, raggiungendo una vasta audience e fidelizzandola in modo rapido, economico e competitivo.

Il social media marketing è a tutti gli effetti uno degli strumenti più potenti e affascinanti tra le possibili strategie di comunicazione disponibili al giorno d’oggi. Fare social media marketing significa affrontare il dialogo in rete con un approccio organico, sfruttando tutti gli strumenti messi a nostra disposizione dalla nuova realtà del web 2.0.

Tuttavia, la sfida attuale è quella di emergere tra le numerose realtà che offrono contenuti sul web, curando la propria presentazione in modo attento e strategico. A tale fine occorre elaborare una strategia di comunicazione integrata ad hoc per l’azienda che le consenta di migliorare il proprio brand positioning, reputation e awareness, realizzando in tal modo una campagna tattica redditizia e competitiva.

L’importante non è comparire su tutti i principali social media per emulare ciò che sceglie la massa, bensì costruire la propria presenza social su una buona base di contenuti. Utile a tale scopo è l’analisi del pubblico (età, livello culturale, sesso, fascia economica, mezzo di informazione maggiormente utilizzato) al quale l’azienda sceglie di rivolgersi, degli obiettivi e delle aspettative e scegliere di conseguenza gli strumenti e i metodi di comunicazione più efficaci.

LE REGOLE D’ORO DEL SOCIAL MEDIA MARKETING

Per poter avere successo nell’impresa, sfruttando al meglio le reali potenzialità degli strumenti social, occorrono professionalità e un mix vincente di fattori quali:

1. IDEA E STRATEGIA CHIARA

Elaborare una strategia tenendo sempre presente la vera natura di internet e dei social media. Sappiamo bene che non nascono come strumenti di vendita o di marketing, bensì sono stati pensati per permettere una facile comunicazione e connessione tra gli utenti di conseguenza, sebbene oggi offrano grandi opportunità per imprese e professionisti in termini di marketing, è proprio capendo e rispettando tale natura che si ottengono i risultati migliori. Pertanto, piuttosto che concentrarsi esclusivamente su tecniche e strategie di monetizzazione è bene trovare formule di marketing basate sulla condivisione che nel medio periodo si dimostrano estremamente efficaci.

2. PRESIDIO

La gestione del presidio dei social media richiede un approccio realistico, una pianificazione dei contenuti e la gestione della pubblicazione in modo mirato che contempli l’analisi del target di riferimento e dei canali da esso utilizzati, l’analisi della concorrenza, la elezione dei contenuti e una distribuzione oculata per canali.

3. CONTENUTI VALIDI E INTERESSANTI

Una delle regole d’oro è quella di pensare all’azienda come fosse una persona. Essere tali significa selezionare e comunicare una serie di osservazioni, pensieri ed emozioni. Ricordando di essere sociale, informale, rilevante, appropriato e interessante. Saper costruire contenuti pensati sui propri clienti.

4. AGGIORNAMENTO COSTANTE

Aggiornare i contenuti con regolarità è un elemento imprescindibile per coltivare il rapporto con gli utenti, aumentando la fiducia e la reputazione del vostro marchio/prodotto/realtà aziendale. In mancanza di contenuti nuovi o spunti di riflessione, li si deve cercare altrove, al di fuori della propria realtà aziendale (articoli di giornale, stimoli per il dibattito e la discussione, contenuti di altre organizzazioni). Tutto ciò è rilevante per poter costruire l’immagine della propria azienda e manifestare chiaramente e in modo trasparente le proprie opinioni, posizioni e obiettivi.

5. COMUNICAZIONE REALE E PARTECIPAZIONE

Rispondere sempre e tempestivamente ai feedback ricevuti dai clienti è un ingrediente fondamentale per il coinvolgimento e la fidelizzazione degli utenti. Mettere in piedi argomentazioni, porre domande, dare spiegazioni, risolvere dubbi e/o problemi, saper costruire attorno a tutto ciò una conversazione è sinonimo di conoscenza e competenza. L’interazione immediata è la chiave del successo.

I social media hanno un’interfaccia democratica, sono strumenti egalitari, pertanto un’azienda, un’istituzione o brand che sia non possono rivendicare le gerarchie del mondo reale. Il segreto non è il parlare di sé ma far sì che siano gli stessi utenti/clienti a fungere da “prosumer”, ovvero, produttori di contenuti e consumatori al tempo stesso.

La comunicazione è essenziale per rendere utili le cose create (G. Pellegrino)

La buone pratiche per il successo della comunicazione sui social sono le seguenti:

  • comunicare con costanza e frequenza
  • non limitarsi alla pubblicazione di contenuti relativi all’organizzazione
  • citare esplicitamente (taggando) i nostri interlocutori (associandoli ad un contenuto ben preciso)
  • gestire i due flussi di feedback (monitoraggio costante)
  • evitare le censure
  • coltivare e far crescere la propria rete di contatti

6. ASCOLTO E MONITORAGGIO

Avvalersi di una strategia di social media marketing vuol dire decidere di entrare a far parte del social web, accettando il cambio di paradigma del marketing odierno che vede la persona, e non più il brand, al centro di ogni ben riuscita campagna promozionale. Significa anche comprendere l’importanza del marketing conversazionale e dell’ascolto inteso come atto creativo. Prima di comunicare un messaggio è buona norma ascoltare gli utenti e le modalità attraverso le quali un messaggio viene condiviso e attuare in tale modo un comunicazione social pertinente e di successo.

I principali strumenti del Social Media Marketing sono:

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Google+
  • LinkedIn
  • Blog 

STRATEGIE COMUNICATIVE NEI SOCIAL NETWORK

La creazione e gestione dei canali Social Network nel settore aziendale/pubblico è molto importante perché ne determina la visibilità e l'impressione dell'azienda stessa portatrice di valori e modi di comunicare. Esistono diversi approcci e step ben precisi per creare, accrescere e mantenere la Brand Reputation attraverso i Social Network.

  1. STRATEGIA PRESENZIALISTA significa essere semplicemente presenti nei social network con le relative Pagine Pubbliche. Questo 1° step è indispensabile per essere considerate attività presenti nel mercato.
  2. STRATEGIA EDITORIALE riguarda il primo approccio azienda-utente, dove l’azienda espone e pubblica online i suoi prodotti, i suoi contenuti, sia testuali che fotografici e audiovisivi, descrive se stessa e comunica la propria personalità. In questo step è consigliabile pianificare e realizzare Vlog o piccoli video aziendali con foto professionali da diffondere con costanza e coordinazione di immagine. E' la continuità di informazioni che crea interesse dando credito alla presenza dell'azienda nel web.
  3. STRATEGIA CONVERSAZIONALE è la fase di interazione totale tra l’azienda e l’utente. L’azienda interagisce con commenti diretti e confidenziali, esprime la sua opinione su temi che la riguardano, ma anche su temi non esplicitamente riguardanti la propria attività. L’azienda crea relazione e conversazione con gli utenti online dando “fisicità e carattere” ai propri ideali.
  4. STRATEGIA STRUTTURALE è lo step che conferma il successo dell’azienda. Non ha più bisogno di intromettersi nella vita degli utenti bussando loro alla porta, ma sono gli utenti stessi ad apprezzare i contenuti dell’azienda, la sua presenza nei Social Network e il suo modo di esprimersi condividendone, con i propri amici, i contenuti inseriti dall’azienda stessa. Gli utenti diventano così promotori.
  5. STRATEGIA ANALITICA seguire l’azienda nella fase di analisi del traffico utenti e delle visualizzazioni generate dagli step precedenti. Vengono valutate e ottimizzate le strategie promozionali.