ESSERE TRA i PRIMI SUI MOTORI DI RICERCA ::: SEO PLUS

Indicizzazione SEO PLUS e Posizionamento sui MOTORI DI RICERCA

A differenza del SEO Base, che ricordiamo è impostare la base di una indicizzazione semplice in un sito web, nel momento in cui essa viene costruito e messo online, ovvero ottimizzare i contenuti affinchè il sito non subisca un surclassamento nel web. Quando si parla di “Posizionamento di un sito web nei motori di ricerca con il servizio SEO PLUS”, si intende l’insieme di molteplici attività finalizzate al posizionamento di una lista di keywords (parole chiavi), concordate tra cliente e consulente, nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Tali attività possono essere racchiuse in 3 gruppi:

  1. Analisi e definizione di strategie
  2. Interventi di ottimizzazione del sito web (ottimizzazione interna)
  3. Attività esterne con finalità di miglioramento del ranking nei motori di ricerca

1° fase: “Analisi e definizione di strategie”

Una buona fase di analisi è sicuramente determinante per ottenere dei buoni risultati. Prima di partire con interventi sul sito è quindi fondamentale una lunga e complessa fase di studio, dalla quale verranno stabilite le strategie e pianificato il “calendario” delle attività.
Primo obiettivo della fase di analisi è capire lo stato del sito web, sia a livello di codice interno che dei contenuti. Si cercherà di capire tutto ciò che deve essere modificato per essere “SEO Friendly”: testi, immagini, codice html, css ed eventuale presenza di script (javascript, php ecc...).
Si proseguirà con l’analisi del volume di ricerca di ogni singola parola chiave, del grado di competitività di tali keywords e dei principali concorrenti presenti sul mercato. In questa fase verranno analizzate e valutate anche opportunità non sfruttate (ad esempio keywords non in lista che potrebbero portare benefici impor- tanti). La concorrenza è sicuramente il fattore più determinante. Studiare i principali concorrenti ci permet- terà di capire quali possono essere i punti di forza e i punti di debolezza rispetto alla concorrenza e decidere le strategie da adottare.

2° fase: “Interventi di ottimizzazione del sito web (ottimizzazione interna)”

Una volta stabilite le strategie da adottare e la lista finale delle parole chiavi sulle quali puntare, si passa alle modifiche interne sul sito web. Queste attività (descritte in dettaglio successivamente) permetteranno al sito di essere “SEO friendly”. I motori di ricerca prediligono (ovviamente non tutti allo stesso modo, ma prendiamo per buoni i canoni di Google) siti con alcune caratteristiche: codice pulito (senza errori) ed eventualmente validato secondo gli standard del W3C, struttura gerarchica dei testi, delle intestazioni, testo alternativo per tutte le immagini, stili del testo caricati da files esterni, così come eventuali script presenti ecc... Altro fattore importante è la velocità di caricamento del sito, che se troppo bassa (sito molto lento) potrebbe portare a penalizzazioni sui motori di ricerca. In base a questo fattore sarà importante cercare di ridurre il “peso” del sito, ottimizzare le immagini ecc... La creazione di file contenenti “regole” specifiche per i motori di ricerca (robots.txt / sitemap.xml) permetteranno di modellare le specifiche dei motori alle nostre esigenze. Gli strumenti di analisi sono fondamentali per capire errori di percorso e potenzialità non sfruttate o sfruttate male. In questo caso l’iscrizione del sito a Google Analytics, Google WebMaster Tools, Bing Webmaster Tools, Yahoo Site Explorer e altri strumenti di analisi sono fondamentali per avere informa- zioni sugli accessi al sito e le “reazioni” dei motori di ricerca.

3° fase: “attività esterne con finalità di miglioramento del ranking nei motori di ricerca”

Una volta ottimizzato il sito si può procedere con la fase esterna. E’ importante sapere che arrivati a questo punto le prime due fasi non vengono assolutamente abbandonate. Mentre le attività esterne si fanno predominanti, l’analisi dei dati e dei risultati ottenuti proseguono in maniera costante, secondo la regola per cui “non c’è strategia valida che non sia supportata da dati aggiornati.” Come si sa infatti le dinamiche di sviluppo della rete internet e degli algoritmi dei motori di ricerca sono così veloci che restare fossilizzati su una strategia di mesi precedenti può determinarne il fallimento della stessa. Così anche il sito può subire delle piccole modifiche al codice o ai testi (nel caso di testi sempre con il consenso del cliente) adattandosi alla necessaria flessibilità della linea strategica.

Un fattore di grande importanza per i motori di ricerca è la popolarità del sito internet, valore che viene calcolato principalmente con il numero e la qualità dei link che il sito riceve in entrata. In altre parole, per un motore di ricerca un sito è tanto più importante quanto più siti autorevoli lo “linkano”. Per aumentare popolarità bisogna quindi cercare link esterni che siano “buoni”. Per raggiungere tale obiettivo verranno utilizzati diversi canali che sono principalmente:

  • web directories generaliste e di settore
  • siti di social bookmarking
  • siti di article marketing
  • siti di comunicati stampa
  • canali social network (da scegliere a seconda del settore di mercato)

Partecipazione a forum e discussioni di settore.

Tutte le attività che saranno effettuate alcune una tantum altre in maniera costante e continua possono essere sintetizzate sotto il seguente schema:

Fase di studio

  • Analisi della lista di Keywords e del settore di competenza del sito web
  • Analisi del volume del traffico di ricerca delle keywords
  • Analisi dei competitors presenti nelle prime pagine delle Serp con le keywords stabilite nella lista
  • Studio dei punti di forza e punti di debolezza del cliente
  • Studio dei punti di forza e punti di debolezza dei competitors
  • Analisi del sito cliente: posizionamento attuale
  • Analisi dello stato del sito per le keywords selezionate
  • Definizione delle strategie per il raggiungimento degli obiettivi preposti

Ottimizzazione del sito Web

  • Keyword nel titolo (tag <title>) della pagina web
  • Creazione di contenuti di qualità
  • Keyword nel testo della pagina web
  • Strategia di prossimità delle keyword nel title e description
  • Posizione delle keyword nel testo
  • Relazione tra il contenuto della pagina web e le keyword
  • Keyword nell’alt text delle immagini
  • Keyword nel tag H1 H2 H3 ecc... (Strategia della piramide rovesciata per stabilire una struttura gerarchica dei contenuti)
  • Keyword nel nome del dominio nel limite delle possibilità
  • Keyword nel nome delle pagine web e delle cartelle all’interno del sito
  • Politica di URL rewriting - URL
  • Seo Friendly con le keywords coerenti con i contenuti
  • Keyword nell’attributo title dei link
  • Keyword nel tag bold o strong
  • Keyword nel testo HTML con attributi underline, emphasis, italic
  • Keyword nel meta tag description e keywords
  • Outbound link solo di qualità
  • Creazione di menu di navigazione composto da link di testo non di immagini
  • Ottimizzazione dei PDF contenuti nel sito per essere meglio indicizzati
  • Creazione della Sitemap del sito web
  • Creazione di un file robots.txt per i motori di ricerca
  • Creazione di una favicon.ico

Link building e link popularity

  • Iscrizione del sito sui motori di ricerca
  • Uso di feeds RSS nelle pagine web
  • Iscrizione del sito sulle web directories generaliste e di settore
  • Attività di Social bookmarking
  • Inbound link da siti, blog o forum a tema
  • Inbound link da siti con Page Rank elevato
  • Creazione di articoli da pubblicare nei principali siti di Article Marketing
  • Creazione di landing pages ottimizzate per keywords e per aumento ctr

Attività di reporting e controllo

  • Report periodico del posizionamento delle keywords nelle SERP
  • Controllo dell’andamento del posizionamento delle keywords nei risultati di ricerca in relazione anche all’andamento dei principali competitors
  • Analisi degli accessi con Google Analytics e ideazione/modifica delle strategie in base ai risultati ottenuti